Le aree dismesse? Ecco cosa fare!

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email

La dimensione dei beni immobiliari che perdono di interesse per gli attuali proprietari è importante e crescente. Le ragioni sono molteplici: Evoluzione dei cicli economici dei settori produttivi, boschivi, agricoli, industriali, commerciali; Calo demografico e delocalizzazione delle famiglie; Oneri connessi alla manutenzione e sicurezza degli immobili crescenti; Fiscalità sugli immobili crescente; Oneri di abbattimento insostenibili per il singolo proprietario.

Per contro una gestione su larga scala di beni immobiliari da recuperare consentirebbe: Ottimizzazione dei costi di gestione e nel caso di abbattimento; Valorizzazione dei materiali di recupero da demolizione; Qualche immobile tra i tanti, valorizzato da una ridestinazione, consentirebbe un recupero di valore utile a compensare le spese di gestione degli altri (concetto del Venture capital); Concentrazione di superfici montane, agricole, boschive difficilmente gestibili su base frazionata; Recupero ambientale diffuso.

Ed ecco la proposta. Istituire delle Fondazioni regionali, o società a capitale e gestione pubblico-privato, che: siano destinatarie di cessioni gratuite di beni immobiliari da parte dei privati; abbiano come obiettivo il recupero ambientale attraverso un’attività economicamente sostenibile; si occupino della gestione dei beni, della loro valorizzazione e ridestinazione quando possibile, degli abbattimenti quando opportuni e della valorizzazione dei materiali di risulta; consolidino un patrimonio crescente a Bene Comune; beneficino di una legislazione favorevole giustificata dalla finalità sociale del recupero ambientale.

Quale problema vuole affrontare questa proposta? Riportare a Beni Comuni beni immobiliari, terreni e fabbricati, che per diverse ragioni abbiano perso valore e interesse per gli attuali proprietari. Recuperare valore ambientale, e all’occasione immobiliare, attraverso una gestione specializzata a dimensione regionale. Quali sono le persone, le realtà, le Associazioni, le istituzioni da coinvolgere? Sistema degli enti locali (Comuni, Province, Regioni); Ministero dello Sviluppo Economico; Ministero dell’Ambiente.