Incontro tavolo sanità, facciamo il punto su come è messa Biella

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email

Il tavolo welfare e sanità del PD Biellese continua, incessantemente ,a segnalare tutte le criticità che, costantemente emergono. Ambulatori chiusi, liste d’attesa, invio in località lontane per poter effettuare esami, risposte continue agli sportelli che invitano a tornare perché “non hanno le agende” per poter prendere gli appuntamenti.

Aumentano le lamentele per il fatto di non avere più una assistenza pubblica degna di questo nome. Persone inviate alle strutture convenzionate, come Vialarda e /o il centro fisiatrico Stagno, che sono in difficoltà per riuscire a far fronte alle richieste.

Aumentano le persone che denunciano di non fare più visite di controllo, anche oncologiche, perché non c’è posto. Il Pronto Soccorso è al collasso perché, non funzionando il territorio, tutto si riversa lì per ottenere una visita. Si aggiungono le difficoltà nel reperire personale medico sia per il territorio che per l’ospedale; mancano medici di famiglia e la Regione Piemonte, invece di fare come le altre regioni d’Italia, ha deciso di dimezzare i pazienti dei medici giovani iscritti alla specialistica. Quei pochi medici rimasti sono sovraccaricati di lavoro e fanno fatica a rispondere ai bisogni dei cittadini. Ma la situazione più grave è quella del Biellese: su 18 posti carenti non ne è stato coperto neppure uno e, come non bastasse, la Regione Piemonte ha deciso di sguarnire del medico il 118 di Valdilana, posizione inaccettabile in un territorio già fortemente penalizzato dove il Medico è assolutamente indispensabile .Chiediamo, con forza che venga immediatamente ripristinato .Il Sindaco invece di fare task force, perché non interpella direttamente la regione? Perché noi lo stiamo facendo da mesi e le risposte ci sembrano chiare: della sanità e della salute dei Piemontesi e dei Biellesi non è interesse delle destre.

Come Pd interpelliamo nuovamente la Regione Piemonte nella persone del Presidente Cirio e dell’assessore ,che dovrebbe occuparsi della sanità piemontese , Icardi per capire come pensano di affrontare i problemi , quali risoluzioni pensano di mettere in atto. Non possiamo lasciare che, nel silenzio assordante, si distrugga la sanità Pubblica

Tavolo welfare e sanità PD Biellese